Cappella templare di Montsaunès - Sapienza misterica

SAPIENZA MISTERICA
Sapienza Misterica
Vai ai contenuti
CAPPELLA TEMPLARE SAINT-CHRISTOPHE-DES-TEMPLIERS A MONTSAUNÈS
 
In una posizione strategica nel versante francese dei Pirenei, sulla via percorsa da pellegrini mercanti ed eserciti verso Compostela, sopra un antico edificio cristiano, a sua volta edificato sulle fondamenta di un antico luogo di culto di Mitra, i Cavalieri Templari decisero di costruire la cappella Saint-Christophe-des-Templiers nel 1180. Il Papa di Avignone Giovanni XXII, il successore di Papa Clemente V, con la bolla “damnatio memorie”, chiese ai fedeli cristiani “di scalpellare le croci patenti, gli affreschi, i sigilli e i simboli templari da ogni luogo perché se ne estinguesse la memoria in eterno”. Sono rimaste veramente poche le vestigia di quelle che furono potenti Commanderie, Mansio fortificate o Domus rurali. La cappella di Montsaunès sfugge a questa distruzione, fino a quando le autorità ecclesiastiche nel XIX secolo, decisero di ricoprire tutti gli affreschi misterici all’interno della cappella con altre pitture. La cappella dei Pirenei sfugge agli sguardi dell’inquisizione, i suoi affreschi geometri, le sue sculture su temi della Bibbia non destano preoccupazione. In questo modo, per mezzo di un grande libro di pietra, fu preservato e nascosto in piena luce, l’Insegnamento cui si rifacevano i Templari. La cappella è affrescata con temi misterici e tutto sembra sussurrare che in quel luogo avvenissero le iniziazioni misteriche dei Templari. Questa cappella templare doveva in qualche modo richiamare ai misteri del Graal, e più precisamente ai rituali iniziatici che si svolgevano all’interno a porte chiuse. La cappella di Montsaunès non era destinata al culto popolare ma ai Cavalieri del Tempio e al loro percorso iniziatico.

 
 





PARTE I
"LA PIETRA"
 






PARTE II
"GLI AFFRESCHI"
 







PARTE III
"IL MISTERO"
Sapienza Misterica
Torna ai contenuti